Gestire il ruolo degli utenti in WordPress

WordPress mette a disposizione dell’ amministratore del sito un’area dedicata per gestire gli utenti e i ruoli ed essi attributi.

Per creare un nuovo utente una volta fatto l’accesso al pannello di controllo bisogna cliccare sulla voce “Utenti” presente nel menù laterale e quindi selezionare la voce “Aggiungi nuovo” che ci fa visualizzare una schermata come la seguente:

ruolo

Qui una volta inserite le informazioni dell’utente, selezionando l’opzione “Invia al nuovo utente questa password tramite email” possiamo decidere di inviare i parametri di accesso all’indirizzo email.

Il campo ruolo è quello che permette di selezionare il ruolo da attribuire all’utente e quindi i relativi permessi. Una volta che tutti i campi sono compilati o almeno quelli obbligatori (Nome utente, E-mail e password) possiamo fare click su “Aggiungi utente”.

Vediamo adesso in dettaglio quali sono i ruoli da attribuire agli utenti partendo da quello di grado più elevato:

Amministratore

L’amministratore è la persona che ha il pieno controllo del blog/sito,  che oltre alla gestione di pagine, post, menù etc.. può decidere per esempio di installare un nuovo tema o aggiungere altri plugin, in pratica ha la libertà di svolgere qualsiasi azione.

Editore

L’Editore è l’utente che può gestire i contenuti all’interno del sito. Ha la possibilità di creare o modificare un articolo e le relative categorie, il suo ruolo è vicino a quello dell’amministratore ma a differenza, non può accedere al codice come per esempio non può nè installare un nuovo tema nè tantomeno aggiungere un plugin.

Autore

L’Autore può gestire i propri articoli con la possibilità di crearne di nuovi,rimuoverli o modificarli.

Collaboratore

Il Collaboratore può creare o modificare articoli ma non può pubblicarli.

Sottoscrittore

Il sottoscrittore è l’utente con il ruolo più limitato che può fare praticamente ben poco, è un semplice lettore che può leggere e postare commenti che viene aggiornato alla pubblicazione di un nuovo articolo.

Lascia un commento